Attacchi di sonno durante la giornata
09 giugno 2022

Attacchi di sonno durante la giornata

La sonnolenza diurna è la difficoltà a restare svegli e vigili durante la giornata unita a uno stato di torpore e riduzione dello stato di coscienza.

I campanelli di allarme che la anticipano possono essere sbalzi di umore, scarsa capacità di mantenere l’attenzione, irritabilità, sbadigli. La sensazione di sonnolenza diurna accomuna molte persone e può presentarsi dopo aver mangiato, dopo troppe ore di lavoro o a causa di risvegli frequenti durante la notte che hanno compromesso la qualità del sonno.

Le cause, dunque, possono essere circostanziali ma quando la sonnolenza diventa eccessiva e ricorrente può essere associata ad alcuni disturbi: un programma di sonno irregolare, narcolessia ed effetti collaterali di alcuni farmaci. Le cause potrebbero anche essere di natura organica, che è bene approfondire: diabete, ipotiroidismo, anemia, insufficienza respiratoria.

Tra le altre cause della sonnolenza diurna eccessiva vi sono poi tutte quelle patologie che causano dolori continui e che possono compromettere la qualità del sonno notturno. Artrite, fibromialgia o alcune delle malattie neurodegenerative come la demenza senile o il morbo di Parkinson, disfunzioni metaboliche come il diabete o infezioni vari come meningite o encefalite.

Le persone che hanno una sonnolenza eccessiva si sentono assonnate e pigre quasi tutti i giorni e questi sintomi spesso interferiscono le relazioni interpersonali, il lavoro e le attività quotidiane.

Per una sonnolenza di tipo occasionale, non associata ad un quadro patologico è possibile ricorrere a rimedi naturali come la melatonina o altre sostanze naturali come camomilla, lavanda e valeriana che favoriscono il rilassamento e quindi il sonno.

Nella maggior parte dei casi, per contrastare gli attacchi di sonno è sufficiente correggere abitudini quotidiane:

  • andare a letto e svegliarsi alla stessa ora tutti i giorni;
  • assumere caffè o , per la loro azione stimolante sul sistema nervoso, tranne prima di andare a dormire;
  • evitare pasti abbondanti la sera, alcolici e sigarette;
  • evitare l’uso di smartphone, console e televisione almeno un’ora prima di dormire;
  • usare tende oscuranti, indossare tappi per le orecchie e utilizzare materasso e cuscini confortevoli;
  • anche fare attività fisica aiuta ad avere un buon riposo notturno.

Molto importante è anche l’alimentazione.

La disidratazione e la fame possono aumentare la sonnolenza diurna, quindi è consigliabile bere adeguatamente e fare pasti regolari aumentando il consumo di frutta e verdura, la loro assunzione fornirà energia e vitalità per restare svegli e attenti durante la giornata.

Scrivi un commento